Revisione degli spiriti della morte di Allan McLeod

Quando ho iniziato a esaminare questo indovinello straordinario, mi è stato completamente chiarito. Una giovane insegnante femminile viene uccisa senza pietà. La vittima, Zoe Brown, è raggiunta dall’anima di un altro insegnante che era stato ucciso dodici anni prima. Quest’anima si avvicina a Zoe per aiutarla a illuminare il suo caso, così il suo spirito può essere dimesso per dimorare con gli spiriti dei suoi predecessori. Incredibilmente, Zoe viene uccisa prima che possa aiutarla. Il criminologo Kate Flanagan è ritenuto responsabile di questo caso. L’anima di Zoe contatta Kate e le fornisce i dati per permetterle di capire il caso. Zoe non sa chi l’ha uccisa, può solo guidare Kate con informazioni. Kate sperimenta serie difficoltà a credere che tutto ciò sia vero. È riluttante a dire a qualcuno dove sta ricevendo il suo aiuto. Uno dei potenziali sospetti è una principessa indiana che ha profonde benedizioni. È inoltre pronta a gestire Kate con i segni.

Revisione degli spiriti della morte di Allan McLeod

Mentre il caso avanza, ci sono altri omicidi. Le famiglie sono danneggiate dalle morti e dal timore di chi sia l’assassino. False accuse sono fatte che l’embrione di individui i cui parenti sono stati defraudati. Kate scopre che non tutti sono quelli che sembrano, a detta di tutti, essere. Allo stesso modo ha bisogno di gestire problemi con i suoi associati. Kate ha una relazione individuale che crea con il suo complice. Scopre l’energia delle convinzioni ultraterrene indiane. A mano a mano che il caso avanza, Kate si sta trasformando in un individuo più radicato che ha una comprensione superiore del fatto che ci sia “qualcosa di più” là fuori.

Il creatore, Allan McLeod, ha un regalo per la creazione di personaggi. Lo fa in modo che tu conosca tutti in realtà. Inizi a non apprezzare alcuni di loro, ma piuttosto come la storia crea, capisci perché sono come sono. Ci sono molte persone che detestano tutto attraverso la storia. McLeod ritrae i personaggi che possono creare solide immagini visive di come si presentano.

Io per primo sento che questo è uno standout tra altri enigmi sensazionali che abbia mai esaminato. McLeod ha composto la trama in modo tale da scorrere, non c’è un minuto in cui si trascina. Costruisce l’anticipazione lungo il percorso. Questa è la cosa che mi ha trattenuto e inadatto a mettere giù il libro. Ci sono sottotramaggi uniti nella trama principale. Tutto finisce per essere associato. Inoltre ho preferito che fossi in grado di capire chi fosse l’assassino. Prevedo di leggere libri diversi di McLeod.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *